15 ottobre 2012

Finalmente è arrivato..




Che dire quando tuo marito arriva a casa dopo una giornata lunghissima di lavoro, e la prima cosa, dopo il bacio, mi consegna un pacchetto???
La felicità assoluta, anche perchè il libro di Csaba l'aspettavo da maggio..
Bello, sfogliato subito e ordinato ovviamente da Luxury Books..un grazie ad Emma per la sua cortese disponibilità..

Che bello, ora me lo tengo a parte per i miei pomeriggi lunghi in attesa che mio marito torni dal lavoro..che meraviglia, anche solo le fotografie, e il profumo della carta stampata nuova..

Sarà un ottobre lungo, ho un gatto ammalato ed io non sto proprio benissimo, quindi i pomeriggi di palestra sono rimandati a novembre..intanto mi godo casa, i gattini, e il mio nuovo hobby, il cucito..e il mio nuovo libro insieme all'editoriale Good Living..e pensare che in America ci sono milioni di questi giornali, mentre qui pochissimi così belli e interessanti..






French Manicure..2..




 
Forse mi è presa un pò la mania del french..però ora mi piace tantissimo..
 
L'ho provato con un colore di base diverso, più chiaro..anche se il rosa rimane il mio preferito..
 
Manicure ovviamente fatta totalmente da me..
Unico shopping del sabato in centro, un lip di Clarins..e delle magliette da Zara..comode e calde giusto giusto per il tempo che ci aspetta..
Buon settimana a tutte..ci vuole proprio..
 
Clarins (Profumeria Chiastra - Parma)
 


Pasta fatta in casa..





Non sapendo di preciso cosa fare e visto le giornate, ho optato per la pasta fatta in casa, una delizia per me, anche se il tempo che occorre per farla e molto lungo..

Ingredienti:

200 gr. Farina tipo 00
2 uova
acqua q.b.
sale q.b.
olio oliva q.b.

Ho messo la farina e le uova, a temperatura ambiente, nella planetaria e ho aggiunto sale, un cucchiaio di olio oliva e acqua per amalgamare e rendere il composto una palla..
Ho fatto riposare la pasta ottenuta per 30" avvolta dalla pellicola trasparente..
Per tirare la pasta ho la macchinetta Imperia in acciaio, perchè a mano non riuscirei e non ho la spianatoia che aveva la mia mamma...che ricordi..
La pasta deve esser suddivisa in porzioni più piccole, da porterle lavorare e tirare..
Ci vogliono diversi passaggi di pasta sino ad arrivare ad una consistenza sottile, ma non troppo..
Io poi la stendo nello stendino per pasta, in alternativa basta uno strofinaccio pulito da cucina o un vassoio per pasticcere, che si trovano anche nei supermercati..
La pasta l'ho fatta sabato per domenica, cosi si secca, e va buttata in acqua bollente salata..
5" di cottura, dipende come vi piace, ed è pronta..
Una bontà unica..semplice, buona e fatta in casa, con il tempo un pò strano, è ancora più buona..e vedere mio marito che l'ha spazzolata ancora di più, ripaga di una settimana non felice, ma almeno ho sempre la consapevolezza che trovare un piatto fatto con le proprie mani, doni una felicità assoluta..