15 aprile 2014

La mamma è sempre la mamma...

 

Così recita un famoso spot..
Ed è proprio vero...
Come preannunciato sul ig, vi parlo di mia mamma oggi...di solito si usano i blog per le ricette le foto gli esperimenti in cucina e in casa, o meglio per i bambini....io invece lo utilizzo per mia mamma, una donna con la D maiuscola...
Tra i mille giornali patinati, le mille riviste che mostrano solo il peggio, se mi permettete, di questo mondo, tra lusso, gioielli, rossetti e donne che esistono solo nei programmi di photoshop...ho trovato questo articolo su Tu Style...e mi sono rivista in gran parte nella parole di una figlia...con la mamma malata alzheimer.
Una malattia bruttissima, che spegne a poco poco la persona che ne è afflitta...e ti ritrovi, proprio dice l'articolo, una persona che non si veste, non si lava, non ti riconosce più..e la tua vita cambia dal quel giorno..
Mia mamma, una donna forte, indipendente, che ha imparato ad andare in bicicletta a 50 anni suonati...che portava i jeans, quando ancora le donne si stupivano che esistevano...che ha deciso di rimanere con mio padre, per me..per non darmi una visita divisa...
Ecco la mia mamma..che sopportava mio papà e che per colpa sua si e ammalata la prima volta...ma lei era forte, e dopo anni di ospedale, e tornata in forma piu che prima...
Finche un giorno ha avuto un incidente è da li e stato il suo lungo dolore, il suo lungo declino in tante strutture che poi l'anno ospitata...fino ad oggi, che non mi riconosce piu, che urla, se non si fa tagliare i capelli...
Io pero una gioia grandissima lho avuta, avere entrambi i miei genitori al mio matrimonio...questo è stato per me motivo di grande orgoglio..nonostante i mille problemi per organizzare un matrimonio in pochi mesi...
Alla malattia di mia mamma, devo aggiungere anche quella di mio papà...e da qui la mia vita e cambiata in modo radicale...
Ho un lavoro part-time (finche la ditta rimarrà aperta), sono diventata amministratrice dei beni di mia mamma, e mi occupo totalmente di loro...dalla spesa, alle bollette, alla badante, le medicine e i dottori..
Non è stata una scelta, ma una decisione imposta...essendo figlia unica, e non avendo parenti che mi aiutano...
Imposta, si...perchè la mia vita e organizzata intorno a loro...nella speranza che tutto prosegua in una non normalità...perchè nonostante ho un marito, delle amiche favolose, sono sola...e credetemi è davvero dura, difficile, e tante sono le volte che mi scappa la pazienza...
Certo ho il carattere di mia mamma, vado avanti, ma non e semplice..anche perchè comporta tante rinuncie e tanti sacrifici...i pensieri ci sono sempre e sempre sono costanti...
Le scelte fatte, per le quali mio marito mi appoggia in pieno, sono dure da affrontare, visto che ho anche 42 anni...e magari i pensieri corrono verso altre cose..verso altri progetti...
Ma questa è la mia vita..non posso cambiarla, non posso cercare altro che andare avanti...anche se i momenti di sconforto ci sono e non me ne vergogno a dirlo...
Il mio unico rammarico è non aver goduto di mia mamma quando stava bene in pieno...non poter dire andiamo dai miei a pranzo ti va???
Ecco...chi li ha per i figli per un lavoro o la carriera...io ce l'ho solo per lei...per mia mamma...che mi manca sempre...e che amo più di me stessa..


1 commento: